Gua Sha: l’edizione italiana del libro di Arya Nielsen

G

Quando è da preferire il gua sha ad altre tecniche? Quando è controindicato? Come interpretarne i successi e gli insuccessi? Queste sono in genere le domande a cui l’operatore non trova risposta.

GUA SHA – Una tecnica tradizionale per la pratica moderna

di Arya Nielsen
Edizione italiana a cura di Lidia Crespi e Paolo Ercoli, traduzione di Francesca Cassini
Edizioni Casa Editrice Ambrosiana – 2016 – prezzo di copertina 34,00 euro

vedi sul sito della casa editrice

(tratto dalla prefazione all’edizione italiana)
Molti operatori di tecniche manuali di medicina cinese e di altre tecniche dell’Estremo Oriente conoscono il gua sha perché viene insegnato come “tecnica complementare” all’interno di corsi di Agopuntura, Tuina o Shiatsu ma pochi lo utilizzano nei trattamenti e rari sono i medici agopuntori che lo integrano nel loro lavoro. I motivi della scarsa applicazione di questa tecnica possono essere diversi. Si potrebbe pensare che dipenda dal fatto che il gua sha richiede manualità  complessa o che è una tecnica molto lontana dal nostro mondo culturale,  soprattutto per le ecchimosi che lascia sulla zona trattata: ma è altrettanto vero che lo stesso accade con il metodo della coppettazione che invece è diffuso e anzi sta diventando quasi un vanto per vip, modelle e sportivi.

È probabile che la minore diffusione del gua sha dipenda in parte da quanto detto, ma anche molto dal fatto che un operatore potrebbe avere ricevuto solo una formazione sommaria, che reputi di avere una manualità troppo poco esercitata o che non si senta pienamente consapevole dell’intero processo; forse non ha potuto approfondire o non è a conoscenza della letteratura al riguardo e non è sicuro di conoscere le controindicazioni di tale pratica.

Gli insegnanti cinesi, che lo usano, sono spesso poco propensi a condividerne i segreti e sono veramente poche le persone in Italia che hanno potuto accumulare un’esperienza clinica tale da poter essere a loro volta completi ed esaustivi nell’insegnamento. Quando è da preferire il gua sha ad altre tecniche? Quando è controindicato? Come interpretarne i successi e gli insuccessi? Queste sono in genere le domande a cui l’operatore non trova risposta.

Scopri chi è Paolo Ercoli

paolo ercoli
Di paolo ercoli

Your sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.